Statue

31 Agosto 2016 by Alessandra Vettori

Non sono fatte di marmo

né imprigionate nelle forme:

sono vestite di

tenerezza,

dei miei voli di bimba,

sparse come per gioco

tra l’erba e le piante del parco.

Piccolo e grande ricorda

le passeggiate di sogni e di risate,

di tenuità e di pallido rosa,

di ampie volute d’una gonna

ondeggiano al vento.

Lì nacque la prima scrittura

e anche se non scritta dapprima,

fu meditata come un cestino di rose

bianche, rosse e arancioni.

Intanto i fratelli

seguivano nel cielo

le orme alate dei loro aquiloni.

In uno scrigno lei nascose

i minuti rotoli di pergamena:

a ognuno, era dedicata una rima.

D’un balzo fu la poesia

del cuore

e ancora sono lì,

a rincorrere i ritmi.

Alessandra Vettori

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google
  • BlinkList
  • Technorati
  • YahooMyWeb

Comments are closed.