biografia

Alessandra Vettori nasce a Firenze l’8 giugno 1958.

Si laurea in Lettere il 5 marzo del 1985 con una tesi su una fiaba simbolica, Industrias y andanzas de Alfanhuì di Rafael Sanchez Ferlosio, scrittore madrileno di origini italiane.

Esordisce nel 1989 con l’opera L’osso dell’arcobaleno, storia della iniziazione di un ragazzo nel mondo dei colori.

Nel 1994 pubblica con il libraio Franco Cesati il romanzo Non toccate lo stato.

Nel 1996 scrive un saggio filosofico a quattro mani con il fratello, Andrea Vettori, Etica, libertà, vita quotidiana, edito da Gangemi di Roma.

Si occupa di miti, storia delle religioni, storia del pensiero, tematiche psicopedagogiche cui ha dedicato articoli e brevi saggi apparsi su riviste specializzate.

Attualmente è docente di lettere in una scuola secondaria di primo grado di Firenze.

I suoi studi sono rivolti essenzialmente alla poesia e all’arte della parola. Sta preparando una raccolta di poesie, Giano Bifronte.

Altro amore è il teatro, che ha sempre coltivato sia come autrice che regista.

Sta ultimamente mettendo  a punto un metodo di scrittura creativa, tramite il quale, si recupera l’efficacia sonora della parola come metànoia o processo di conoscenza del Sé.

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google
  • BlinkList
  • Technorati
  • YahooMyWeb